BY Grandform   11 Mar 2020

Bagno di design: guida ai box doccia moderni

Nessun commento 0

Sentirsi totalmente a proprio agio e circondati dal comfort quando ci troviamo a casa è una sensazione unica: bastano alcuni dettagli, nell’arredamento e nell’organizzazione degli spazi, per aiutarci a percepire un senso di relax e benessere, ciò che cerchiamo quando torniamo da una lunga giornata di lavoro, o semplicemente quando sentiamo il bisogno di isolarci dalle frenesie della vita quotidiana.

Il bagno, in questo senso, può facilmente diventare il cuore della casa: si tratta di uno spazio che, se ben curato, è da solo in grado di dar vita a un’atmosfera speciale, fatta di armonia, calore e serenità. Scegliere un bagno di design non significa solamente abbellire la nostra casa, darle un tocco di modernità e di eleganza, significa soprattutto creare un angolo di pace, personalizzato a seconda dei nostri gusti e delle nostre esigenze, capace di rendere unico ogni momento di relax.

La scelta del box doccia, naturalmente, è un aspetto fondamentale per la creazione di un bagno confortevole e accogliente. È al suo interno che passiamo alcuni degli attimi più piacevoli della nostra quotidianità: ci prepariamo per un’occasione speciale, o semplicemente laviamo via le fatiche della giornata.

I box doccia moderni, come quelli della Collezione A6 di Grandform, offrono un’ampia gamma di dettagli e personalizzazioni capaci di venire incontro tanto alle esigenze pratiche, quanto a quelle estetiche. Dai profili alle vetrate, ogni particolare può aiutarci a creare uno spazio su misura per noi, in cui vivere al meglio il nostro relax quotidiano.

Ma quali sono, nel dettaglio, le possibili personalizzazioni offerte da un box doccia moderno?

Tipologia di installazione

Il box doccia può inserirsi in vari modi all’interno di un bagno di design, sulla base dei gusti e dello spazio disponibile. Tra questi troviamo:

  • La nicchia. Quando la doccia è posizionata tra tre pareti in muratura ed è sufficiente chiudere uno solo dei quattro lati con una porta che permetta un ingresso agevole.
  • L’angolare. Quando la doccia è posizionata in un angolo della stanza da bagno ed è circondata su due lati dalla muratura. In questo caso è necessario chiuderla con una parete fissa e una dotata di porta, oppure con una doppia porta per una soluzione più creativa.
  • Il centro parete. In questo caso c’è solo una parete in muratura ed è dunque richiesta l’installazione di almeno un altro lato fisso, cui abbinare la soluzione di ingresso desiderata.
  • Il Walk-in. È una delle soluzioni più moderne, in cui si sfruttano le singole lastre e le pareti in muratura (una o due) per creare una doccia senza porte, riducendo al minimo il distacco con il resto del bagno.

Tipologia di anta

Anche l’ingresso nella doccia può essere facilmente personalizzato grazie alla scelta tra tre soluzioni principali:

  • L’anta scorrevole, composta da due lastre che scorrono una sotto l’altra, elegante, raffinata e senza problemi di ingombro.
  • L’anta battente, singola o doppia, si apre come una porta tradizionale, può spalancarsi completamente oppure avere una parte fissa in linea.
  • L’anta a soffietto, una soluzione pensata per garantire funzionalità e risparmio in termini di spazio.

Cristallo e profili

Le vetrate e le finiture rappresentano il “biglietto da visita” di un box doccia, la prima cosa che notiamo quando accediamo al bagno.

Una soluzione vantaggiosa, in grado di coniugare bellezza e praticità, è quella del cristallo temperato (6 o 8 millimetri di spessore), che può essere trasparente o con sfumature particolari (satinato, fumè, serigrafato…). Unito ad un trattamento anticalcare e a profili in alluminio o in acciaio inox di varie colorazioni garantisce una doccia resistente, ma allo stesso tempo elegante e moderna.

Piatti e colonne doccia

A rendere il box doccia ancora più unico, oltre alla struttura in sé, intervengono anche altri particolari essenziali.

Pensiamo ad esempio ai piatti doccia: devono assicurare durata, igiene, resistenza e proprietà antisdrucciolo, ma allo stesso tempo risultare piacevoli alla vista, al tatto e possibilmente in sintonia con l’arredo del bagno. La funzionalità dell’acrilico e l’eleganza dell’ardesia rappresentano due alternative perfette per queste esigenze, facilmente adattabili a ogni dimensione.

Le colonne doccia, infine, offrono moltissime soluzioni differenti in termini di rubinetteria, soffioni, getti e possono garantire anche funzionalità extra come ripiani portaoggetti, jet per massaggi dorsali, cromoterapia e radio bluetooth incorporata. Il tutto, naturalmente, incastonato in una colonna dal design ricercato e realizzata con materiali eleganti, come l’acciaio inox a specchio o satinato.

La Collezione A6 di Grandform offre tutto questo, garantendo qualità e stile per il bagno che sogniamo.

DOWNLOAD AREA