BY Grandform   11 Mar 2020

Come progettare il perfetto box doccia su misura? Ecco i consigli degli esperti!

Nessun commento 0

Spazio ridotto, posizionamento nel sottotetto o in mansarda, pianta irregolare, presenza di finestre e angoli da gestire, muri portanti che non si possono abbattere. Sono diversi i motivi per cui un bagno può avere bisogno della progettazione di un box doccia su misura. In tutti questi casi, infatti, le soluzioni standard non sono la risposta efficace ai problemi strutturali che si possono incontrare quando ci si accinge a realizzare un bagno nuovo oppure a ristrutturarne uno già esistente.

Non scordiamoci poi delle esigenze personali: buttarsi sotto l’acqua calda a inizio o a fine giornata è un momento di piacere e per essere tale il box doccia deve saper soddisfare le nostre necessità, tanto dal punto di vista funzionale quanto da quello estetico. Insomma, non c’è nulla di meglio di una bella doccia rilassante in uno spazio costruito al centimetro su di noi.

Come progettare il box doccia perfetto

A parole sembra semplice, ma tradurlo in realtà può risultare complesso. Per non ritrovarsi con un box doccia che fa acqua da tutte le parti (è proprio il caso di dirlo, non solo in senso metaforico), nulla va lasciato al caso. Per questo motivo, è fondamentale rivolgersi ad aziende specializzate come Grandform, in grado di valutare la soluzione più idonea partendo dall’analisi del contesto e delle necessità personali.

Se vuoi saperne di più prima di tuffarti a capofitto nella progettazione del tuo nuovo box doccia, ti sveliamo alcuni consigli utili che arrivano direttamente dagli esperti del settore. La prima cosa che devi sapere è che la realizzazione di una cabina su misura non è solo una questione di dimensioni: dalla scelta dei materiali e delle finiture a quella del piatto doccia e delle ante, tutto può essere personalizzato fin nei minimi dettagli.

Forma e misure: attenzione allo spazio

Quadrata, rettangolare o semicircolare? La forma del piatto doccia deve essere decisa in base alla conformazione del bagno e alla disposizione dei sanitari o eventuali mobili. Per esempio, se lo spazio è limitato, una buona idea può essere quella di installare una soluzione su misura senza spigoli dietro la porta. Invece, se la stanza è lunga e stretta, il consiglio è di collocare una cabina rettangolare sul fondo che vada a coprire tutta la larghezza del vano.

Lo spazio non è tutto, però. Al di là dei vincoli fisici, ricordati che quello di cui hai bisogno è un luogo confortevole in cui entrare comodamente e muoverti senza problemi. Può sembrare una banalità, ma non lo è: la doccia non potrà mai essere piacevole se ti senti soffocare perchè rischi di sbattere contro le ante del box o se non riesci a girarti con facilità.

Come scegliere le ante del box doccia

Anche in questo campo non esiste una regola universale. Tieni conto che i meccanismi di apertura standard sono essenzialmente tre: scorrevole, battente e a libro. In caso di box di grandi dimensioni o al contrario slim, è possibile svincolarsi dai sistemi tradizionali e combinare pannelli fissi con pannelli mobili di diverse misure per soddisfare qualsiasi necessità di chiusura. Un esempio? Le cabine walk-in sono soluzioni senza porta e senza profili: c’è solo una lastra di vetro a separare l’area doccia dal resto del bagno.

Se vuoi ante di qualità, robuste e resistenti nel tempo, ricordati di non trascurare lo spessore: il consiglio è di prediligere vetri da 6 o 8 mm. Inoltre, è possibile richiedere trattamenti ad hoc come quelli anticalcare (per facilitarne la pulizia) oppure di sicurezza, molto utili se ci sono dei bambini in casa. Per esempio, Grandform applica una pellicola protettiva che, in caso di rottura del vetro, impedisce ai frammenti di diffondersi pericolosamente nell’ambiente.

Box doccia su misura: materiali e finiture

Scegliere un’installazione personalizzata significa anche poter optare per una grande varietà di materiali e colori, ad esempio per il piatto doccia. La ceramica e l’acrilico vengono sostituiti da soluzioni più moderne e funzionali, come l’ardesia o composti di minerali naturali e resine che sono facili da pulire, resistenti nel tempo e antiscivolo. Possono essere tagliati su misura con estrema precisione e installati anche a filo pavimento per soddisfare i gusti di chi ama uno stile minimal.

Anche i vetri sono realizzabili ad hoc. A seconda delle preferenze estetiche, dell’arredamento del bagno o ancora delle esigenze di privacy, puoi far montare vetri tradizionali trasparenti oppure satinati e fumé, combinabili con diversi tipi di profili sia per spessore sia per materiale e colore. Infine, alcuni produttori, tra cui Grandform, offrono la possibilità di aggiungere dei pannelli interni di rivestimento coordinabili con lo stile della stanza del bagno. Per creare un angolo doccia davvero unico ed esclusivo, cucito su misura sui tuoi bisogni.

DOWNLOAD AREA