Il legno, materiale di grande fascino per i mobili del bagno

0

Oggi come in passato, la stragrande maggioranza dei mobili è fatta di legno; certo, in epoche relativamente recenti hanno preso piede materiali sintetici per finiture come il melaminico o il laccato, e l’utilizzo dell’impiallacciato al posto del legno massiccio, ma si può comunque affermare che questo materiale di origine vegetale rappresenti tuttora l’anima dei mobili dell’intera casa.

Con un’eccezione: il bagno. Molto spesso in questo ambiente si incontrano mobili e complementi in cui a dominare sono ad esempio il metallo e i materiali plastici, considerati più durevoli in ambienti come questi in cui l’umidità potrebbe alla lunga danneggiare il legno ordinario.

Eppure, negli ultimi tempi, non solo il legno sta diventando sempre più centrale a livello di progettazione del bagno, ma si tende a esaltarne la presenza lasciandolo piacevolmente “a vista”. Naturalmente si tratta di materiali molto particolari: per fare in modo che i mobili del bagno fatti di legno durino a lungo nel tempo, vengono selezionate le essenze più resistenti che vengono sottoposte ad appositi trattamenti contro l’umidità tali da mantenerle belle e inalterate a lungo nel tempo.

Quali sono i vantaggi legati alla scelta di un arredo bagno di questo tipo? Senz’altro a livello estetico questa stanza della casa ha tutto da guadagnare: il legno, con la sua texture caratteristica, ispira un senso di naturalità, benessere e calore, ideali quando si desidera che il bagno non sia solo funzionale ma anche molto accogliente.

Facile da pulire, purché si utilizzino detergenti delicati e adatti allo scopo, il legno nei mobili del bagno è una scelta conveniente anche dal punto di vista ambientale, in quanto si tratta di un materiale rinnovabile ed ecologico. Meglio di così!

Cosa non lasciare mai nei mobiletti del bagno

0

La nostra vita quotidiana è fatta di tante piccole e grandi abitudini e di gesti automatici che compiamo spesso senza pensarci, ed è così che molti di noi sono soliti riporre negli armadietti del bagno tutta una serie di oggetti e prodotti che è comodo conservare direttamente in questa stanza, a portata di mano.

Tuttavia questa indubbia praticità non sempre si rivela, a livello “scientifico”, una scelta azzeccata perché ci sono dei prodotti che andrebbero conservati altrove. Ecco quali sono:

Medicinali

È presto detto: sarebbe meglio conservarli altrove. Anzi, probabilmente non esiste luogo più sbagliato del bagno! Il motivo è che in questa stanza si verificano frequentemente sbalzi di temperatura quando ci si fa la doccia, associati al repentino aumento dell’umidità: due fattori che possono arrivare a compromettere l’efficacia di diversi farmaci. Sarebbe molto meglio conservarli, ad esempio, in camera da letto, dove umidità e temperatura tendono a essere più stabili (ma non in cucina, altrimenti si ricade in un problema identico a quello del bagno!).

Gioielli e bigiotteria

È comodo togliersi anelli, braccialetti e orecchini alla sera e trovarli già pronti per essere indossati l’indomani, ma l’umidità può avere su di essi degli effetti dannosi. Gli oggetti d’oro non correranno alcun rischio, ma quelli in argento potrebbero essere interessati dalla formazione di antiestetiche macchie scure.

Libri

Quella di leggere in bagno è un’abitudine radicata in molti di noi, anche se con l’avvento di smartphone e tablet si tende sempre più a utilizzare dei dispositivi tecnologici. A chi tuttora è un sostenitore della lettura su carta stampata si consiglia di non tenere in questa stanza della casa i libri o le riviste a cui tiene maggiormente, poiché l’umidità potrebbe farli ingiallire anzitempo, causando anche fastidiosi arricciamenti delle pagine.

Rasoi e lamette

Nessun problema per le confezioni chiuse, ma quelle aperte andrebbero conservate altrove, oppure messe in una busta sigillata ermeticamente e riposta a sua volta all’interno dei mobili dell’arredo bagno. Anche in questo caso l’umidità ambientale è l’indiziato numero uno: essa può infatti causare, a lungo andare, arrugginimenti in superficie e persino la riduzione del tagliente.

Spazzolini da denti (con riserva)

Qualcuno potrebbe restare interdetto: i denti si lavano in bagno, adesso mi venite a dire che lo spazzolino va conservato altrove? Il problema riguarda solamente quegli spazzolini che, collocati in un bicchiere, rimangono esposti all’aria. Tutte le volte che si tira lo sciacquone, nell’aria si disperdono delle invisibili micro-goccioline che potrebbero portare con sé batteri dannosi che, a loro volta, rischiano di finire sulle setole dei nostri spazzolini. Per questo motivo, è bene proteggerli con l’apposito cappuccio di plastica con cui sono venduti, o conservarli all’interno di uno stipetto.

Grandform al Fuorisalone di Milano 2018: scopri il programma

0

Il Salone del Mobile è ormai un appuntamento fisso del calendario fieristico milanese e, quest’anno, l’evento di caratura internazionale specializzato in arredo e design si terrà dal 17 al 22 aprile 2018. Parallelamente al suo svolgimento si terranno gli appuntamenti del cosiddetto Fuorisalone, un corollario di esposizioni, eventi e incontri organizzati dai brand del settore arredo e design in diverse location del capoluogo meneghino.

Le iniziative del Fuorisalone sono aperte non solo agli esperti ma anche al grande pubblico, perciò rappresentano per le aziende un’importante vetrina per presentare le proprie novità di spicco.

Anche Grandform quest’anno sarà nel novero dei brand protagonisti del Fuorisalone, essendo presente coi suoi prodotti d’eccellenza presso lo “Showroom Vergari”, spazio espositivo dell’agenzia Ottopiù situato nel cuore del quartiere Brera. Qui gli operatori di settore, i professionisti ma anche i semplici interessati alle soluzioni progettuali e ai prodotti per bagni funzionali e dal design ricercato potranno visionare i prodotti esposti e toccare con mano la qualità dell’assortimento Grandform.

Contestualmente alle proposte dello showroom, Grandform è lieta di annunciare che nella serata di giovedì 19 aprile si terrà un evento speciale dedicato alla cybersicurezza. A partire dalle ore 18:30, esperti del settore IT e di sicurezza informatica daranno vita al workshop “Cosa succederebbe se la tua azienda fosse bloccata da un hacker? Un caso recentemente accaduto nel mondo ITS”. Nel corso dell’evento verranno affrontate le questioni generali inerenti la cybersecurity, con un focus speciale su un case study reale e, in conclusione, una tavola rotonda dedicata alle minacce informatiche e alle modalità per contrastarle.

Vieni a trovarci al Fuorisalone di Milano, dal 17 al 22 aprile 2018: ci trovi presso lo Showroom Vergari di via Lovanio 5 a Milano (metro Moscova – Linea 2)!

I 3 vantaggi esclusivi dei lavabi da appoggio

0

Basta recarsi in un qualunque punto vendita specializzato in arredo bagno, o consultare un catalogo di prodotti online, per rendersi conto che l’odierna scelta di lavabi è davvero molto ampia. Per quanto riguarda i modelli a installazione libera si va infatti dai sanitari in ceramica pensili, da fissare al muro, a quelli dotati di una base a colonna che si posizionano a pavimento.

Esistono anche soluzioni alternative in cui la base per il lavabo è rappresentata da un mobiletto, tipicamente in legno: in questo caso si unisce la praticità di un mobile dotato di cassetti o scomparti per riporre gli oggetti alla comodità di avere un sanitario già integrato al suo interno.

In questa particolare categoria di prodotti si possono incontrare i modelli con sanitario a incasso, in cui cioè il mobile bagno per il lavabo da appoggio è dotato di una sorta di avvallamento nel quale viene posizionato il lavandino, oppure al contrario mobiletti con lavabi da appoggio in cui il sanitario si trova al di sopra del piano.

Quest’ultima configurazione è sempre più apprezzata a livello di design del bagno, poiché offre tre significativi vantaggi. Eccoli:

Stile

Sia che la propria scelta ricada su un tradizionale lavabo da appoggio tondo, che su un modello di forma rettangolare, ovale o quadrata, lo stile di questo arredo bagno può davvero dirsi al passo coi tempi. Una scelta perfetta per chi desidera che il suo bagno sia moderno!

Praticità

Trovandosi non di rado a un’altezza leggermente superiore rispetto ai lavabi tradizionali, il lavabo da appoggio risulta più comodo da utilizzare e i suoi bordi rialzati possono contribuire a ridurre gli schizzi d’acqua tutt’intorno.

Facilità di sostituzione

Se un domani a causa di un malaugurato incidente il lavandino dovesse scheggiarsi o rompersi, oppure se i vostri gusti dovessero cambiare e desideraste sostituire il vecchio sanitario tondo con ad esempio un lavabo da appoggio rettangolare, non avrete particolari problemi. In effetti, in molti casi, vi basterà scegliere semplicemente un modello dalla base identica o più ampia da collocare al posto di quello vecchio.

Arredo bagno: scopri l’infografica con le tendenze del 2017

0

Le tendenze di moda e design influenzano ogni settore ogni anno: anche l’arredamento cambia e si rinnova in base ai gusti del momento. Quali sono le tendenze per l’arredo bagno per il 2017? Sono trascorsi i primi mesi e oramai possiamo definire gli stili e le novità che coinvolgono la stanza più intima, privata e rilassante delle nostre abitazioni.

In questa infografica abbiamo voluto elencare le nuove ispirazioni, le specifiche e le dritte per rinnovare sanitari, ceramiche, complementi e rubinetterie del vostro bagno: grafica e contenuti sono stati realizzati a cura di Grandform (gruppo SFA Italia SpA), l’azienda leader nel settore dell’arredo bagno e innovativa per quanto riguarda le soluzioni di benessere e di design.

La ricerca di Grandform ha permesso di evidenziare gli stili più di moda (zen, contemporaneo, nordico o shabby chic) : vi auguriamo buon viaggio alla scoperta dei consigli per avere una stanza da bagno alla moda!

↓ Qui di seguito potrete osservare l’infografica Grandform: per ingrandirla basta cliccarci sopra ↓

Hai trovato interessante questa infografica dedicata alle tendenze dell’arredo bagno 2017? Pensi che possa essere utile da proporre ai visitatori del tuo sito o blog? Se desideri ripubblicarla, non dovrai fare altro che effettuare il copia-incolla di questo codice HTML:

Illuminazione in bagno: come scegliere quella giusta

0

L’eleganza e la particolarità di un bagno sono caratteristiche che derivano non solo da sanitari, oggetti di arredo e mobili, ma anche da dettagli che a primo impatto possono apparire non importanti.

Dettagli come l’illuminazione!

Già, perché anche la luce giusta può fare la differenza, spesso molto più di quanto non si immagini.

Le plafoniere, i lampadari oppure i faretti, rappresentano dei complementi di arredo tutt’altro che trascurabili. La scelta più classica è certamente quella di collocarli al centro del soffitto, così che la luce si diffonda uniformemente nella stanza, ma esistono tanti accorgimenti per fare in modo che lo spazio si trasformi.

Non trascuriamo poi l’illuminazione attorno allo specchio, che oltre a fare scena deve essere anche non invasiva: per intenderci, la luce sparata che fa l’effetto fantasma ed evidenzia anche i difetti che non ci sono non è la soluzione migliore. Non a caso, infatti, le ultime novità in fatto di specchiere per il bagno propongono modelli con sorgente luminosa integrata, capace quindi di garantire un effetto naturale con la giusta intensità.

www.leonardo.tv
www.leonardo.tv

Detto questo, rimane il concetto che, anche con le luci è possibile sbizzarrirsi: versioni minimal per un mood più semplice e neutro, diffusori vistosi, magari a forma di sfera, per tocchi originali, ma anche lampadari colorati e più preziosi come i chandelier per un contrasto che arricchirà la stanza.

www.arredamento.it
www.arredamento.it

Se poi si dispone di una zona relax con bagno turco e idromassaggio, allora la luce dovrà richiamare un’atmosfera di benessere e relax, limitandosi ad un effetto soft e delicato.

www.designmag.it
www.designmag.it

Anche la localizzazione è fondamentale: la parola d’ordine è “mai affaticare gli occhi”.

www.idearecasa.pianetadonna.it
www.idearecasa.pianetadonna.it

Bagno piccolo: idee per arredarlo

0

Il bagno rappresenta il luogo delle coccole da dedicare a noi stessi, l’angolo nel quale pensare alla nostra cura personale ed alla bellezza, ma anche dove staccare la spina dai pensieri della giornata magari con una doccia rigenerante o un idromassaggio rilassante. Certo, chi ha a disposizione spazi grandi, può permettersi di arredare la stanza con più libertà, arricchirla senza particolari limiti e con maggiori comfort.

Ma chi lo dice che anche un bagno piccolo non possa essere altrettanto elegante, originale e ricercato?

Bastano un po’ di fantasia e qualche piccolo accorgimento stilistico per dare più respiro e personalità a metrature estremamente ridotte.

Ecco i nostri consigli:

Gioca con le trasparenze: cristalli e vetro per il box doccia, specchi ampi sopra il lavandino e piastrelle dal colore chiaro che facciano apparire la stanza più grande;

Sanitari essenziali: scegliete quelli con ingombri minimi, poco lavorati e dalle forme pulite;

Usa le pareti: sfrutta le pareti per appendere mensole, porta-asciugamani e, perché no, anche degli armadietti che potranno servire per nascondere il caos di flaconi e lozioni che spesso si affollano sulle mensole;

Riempi gli spazi vuoti: se tra il mobile ed il lavabo rimane spazio, allora riempilo con un bel cesto oppure un contenitore. Utili e belli da vedere.

Sfrutta gli angoli: quando la stanza è piccola, ogni centimetro deve essere preso in considerazione, anche gli angoli. Per questo esistono mobiletti e sanitari angolari in grado di risolvere il problema.

Ed ora qualche esempio pratico…

www.donnaclick.it
www.donnaclick.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.arredamento.it
www.arredamento.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.designmag.it
www.designmag.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

www.scoop.it
www.scoop.it

Bagno in stile industriale: il recupero diventa chic

0

La stanza del bagno cambia volto e si rinnova reinterpretando la tradizione attraverso il ri-utilizzo di materiali di recupero per un risultato ricco di fascino e design.

Nasce così lo “stile industriale” nel quale la purezza dei materiali di base quali legno, metallo e lamiera cambia la sua funzione originaria per trasformarsi in qualcosa dal carattere ben definito, per dare forma ad un arredo elegante ed originale.

Combinazioni che vedono protagonisti il legno grezzo, con il suo calore e l’anima vissuta, in contrasto con l’essenza “fredda” del metallo non trattato: ciò che ne nasce sono mobili e piani ricchi di stile, che nella loro diversità di composizione riescono a dare un’idea di perfetto equilibrio stilistico.

Ai ripiani lignei, poi, si può facilmente accostare la solidità di vecchi lavabi in cemento oppure acciaio sporcato dal tempo.

it.aliexpress.com
it.aliexpress.com

Insomma, per realizzare un bagno in perfetto “stile industriale” non ci sono limiti alla fantasia, ogni dettaglio può fare la differenza. Ad esempio, l’illuminazione è un elemento molto importante e deve ricalcare fedelmente l’idea industriale: scegliete lampade al neon, ovvero quelle che vengono solitamente utilizzate in locali commerciali.

www.homify.it
www.homify.it

Anche il colore riveste un ruolo di primo piano ed in questo caso deve virare sulle tonalità del grigio o del marrone che riescono a far risaltare meglio l’acciaio e l’alluminio ma anche ad incorniciare specchi, porte e finestre.

Poi non dimenticate gli accessori. “Industrial style” vuol dire dettagli minimal e sobri, con un look retrò: cestini e sgabelli in metallo, oppure scatole in legno, vasi in ceramica bianca semplici e senza scritte, magari da riempire con fiori di campo che danno colore senza staccarsi dal contesto.

E se proprio volete completare l’opera, e ne avete la possibilità, le tubature a vista sono il vero tocco finale.

www.bagnidalmondo.com
www.bagnidalmondo.com

Nuova vita al vostro bagno con i sanitari colorati

0

Per dare un aspetto nuovo al vostro bagno non dovete obbligatoriamente stravolgerlo con lunghi ed onerosi lavori di ristrutturazione, basta dedicarsi alle finiture, ai dettagli ed all’arredo bagno.

I sanitari, ad esempio, possono essere semplicemente sostituiti evitando opere murarie: la loro posizione deve rimanere la stessa ma ciò che cambia è il colore e la forma.

Ovali, tondeggianti, squadrati, sospesi oppure a terra, quello che conta è scegliere delle tinte allegre che diano un nuovo aspetto all’ambiente e creino un effetto estremamente particolare e di grande impatto estetico.

Stop alla classica ceramica bianca e largo a colori più decisi!

E per chi non desidera spendere troppo acquistando sanitari nuovi, la soluzione è recuperarli tinteggiandoli. Realizzare questo tipo di lavoro è molto semplice, basta amare il “fai da te”, avere una manualità spiccata e, soprattutto, acquistare prodotti e finiture in grado di garantire un risultato ottimale senza rovinare il materiale di base.

Come fare?

Si applicano due prodotti, uno per tinteggiare il sanitario, l’altro per proteggerlo dall’abrasione e renderlo lucido, satinato oppure opaco a seconda delle necessità.

Guardate qualche esempio…color addicted!

 

www.repubblica.it
www.repubblica.it
www.living.corriere.it
www.living.corriere.it
www.lavorincasa.it
www.lavorincasa.it
www.belbagno.it
www.belbagno.it
www.bagnoshop.it
www.bagnoshop.it

Colonna Doccia Simply Thermo Plus di Grandform: una pioggia di benessere

0

Stanchi della solita doccia?

A volte basta veramente poco per trasformare i vostri momenti di relax quotidiano in attimi di puro ed avvolgente piacere.

Non ci credete?

Allora provate a montare nel vostro box doccia una Colonna Doccia Simply Thermo Plus firmata Grandform e preparatevi a cambiare il vostro concetto di benessere.

Quello che vi accoglierà non sarà più un semplice getto d’acqua ma un’inebriante pioggia tropicale grazie ad un particolarissimo soffione zenitale con effetto Big Rain di ultima generazione, dotato di testine anticalcare, che non solo vi farà sentire avvolti in un abbraccio distensivo e rigenerante, ma darà quel tocco di design in più capace di fare la differenza.

Linee eleganti e pulite che esaltano la finitura a specchio dell’acciaio inox, la Colonna Doccia Simply Thermo è dotata di rubinetteria termostatica a corpo freddo “cool touch” con doccetta a mano, asta saliscendi ed una raffinata mensola in cristallo, per garantire il massimo in fatto di comodità di utilizzo e comfort, senza dimenticare la grande attenzione per l’estetica.

Simply Thermo Plus è anche praticità grazie al tubo telescopico estendibile da 95 a 127 cm ed al sistema innovativo che separa le parti metalliche dal flusso d’acqua calda così che il miscelatore non scotti.

Scoprite anche la colonna doccia idromassaggio Easy Shower e le sue specifiche funzionalità!