Dimagrire in una vasca da bagno con idromassaggio

0

La sensazione di benessere e distensione che segue a un bel bagno rilassante è nota a chiunque, anche solo saltuariamente, si dedichi a queste attività; i benefici del bagno per corpo e mente sono stati inoltre dimostrati nel tempo da numerosi studi scientifici, che associano allo svolgimento regolare di questa pratica un miglioramento della circolazione sanguigna, l’allontanamento dello stress e anche una miglior qualità del sonno.

Eppure i benefici di immergersi nell’acqua della propria vasca da bagno dotata di funzione idromassaggio, o anche solo in una comune vasca, non si esauriscono qui: è possibile infatti sfruttare questi momenti anche per accelerare il metabolismo e innescare la metabolizzazione dei grassi accumulati nell’organismo.

I benefici delle basse temperature

Il primo modo per farlo è riempiendo la vasca di acqua fredda. Certo, potrà non essere molto piacevole immergersi, ma la scienza parla chiaro: l’esposizione al freddo stimola l’attività del cosiddetto tessuto adiposo bruno, in cui vengono attivati i trigliceridi che vengono bruciati al fine di produrre calore e di mantenere il corpo a una temperatura ottimale.

I risultati migliori, a detta dei ricercatori, si ottengono con acqua compresa fra i 3 e i 15 gradi celsius, ma ciò non significa che dobbiate riempire la vostra vasca con cubetti di ghiaccio: si possono infatti ottenere dei benefici anche a temperature meno “estreme”, a patto però di evitare di cedere alla tentazione di scaldarsi sotto l’acqua bollente una volta terminato il trattamento. La cosa migliore è asciugarsi e lasciare che la temperatura del corpo torni uniforme in modo graduale.

L’alternanza di caldo e freddo

Non vi sentite abbastanza coraggiosi per rimanere per lungo tempo a mollo in un’acqua a temperatura polare? Allora provate ad alternarla con l’acqua calda. Lo sbalzo termico che il corpo affronta durante il passaggio dal freddo al caldo innesca infatti la produzione delle cosiddette proteine da shock termico. Queste proteine svolgono un ruolo importante nel proteggere i tessuti dai danni cellulari e, per la loro produzione, viene attivato un percorso metabolico che coinvolge i tessuti adiposi del corpo.

Olii essenziali e sali da bagno

Tutto quel che desiderate a fine giornata è farvi semplicemente un bel bagno alla temperatura che desiderate, e non avete voglia neanche di immergere un alluce nell’acqua fredda? Allora provate questa strategia indiretta per bruciare i grassi. Aggiungete nella vostra vasca gli olii essenziali, i sali o i prodotti da bagno che preferite, e lasciatevi semplicemente coccolare dall’acqua calda, magari attivando la funzione idromassaggio.

Così facendo, sia il vostro corpo che la vostra mente si rilasseranno e i livelli di cortisolo, ovvero l’ormone dello stress, diminuiranno. È risaputo che l’eccesso di cortisolo causa un accumulo maggiore di adipe nel corpo: se siamo stressati nella vita quotidiana, e abbiamo a che fare con qualche chilo di troppo, rilassiamoci (e magari miglioriamo anche la silhouette) con un bel bagno!

Pelle raggrinzita se immersa a lungo nell’acqua? Non un fastidio, ma un vantaggio evolutivo

0

A tutti sarà capitato di indugiare nella vasca, doccia o idromassaggio di casa, magari dopo una giornata faticosa o stressante, e di dimenticarsi del trascorrere del tempo. Questi momenti di puro piacere però vengono inevitabilmente funestati, dopo diversi minuti, da un fenomeno piuttosto fastidioso: la pelle dei palmi delle mani e delle piante dei piedi inizia ad ammorbidirsi, gonfiarsi e riempirsi di grinze. Che fastidio!

Sfatiamo un mito

Qualcuno potrebbe avere letto da qualche parte che il fenomeno è causato dagli strati esterni della cute che, imbibendosi di acqua, si gonfiano finendo con l’apparire rugosi, ma in realtà pare che ciò sia privo di fondamento. È stato infatti scoperto che, al contrario, questo raggrinzirsi è opera del sistema nervoso centrale ed è una reazione involontaria, causata dalla contrazione dei vasi sanguigni sottopelle. Prova ne è il fatto che, nelle persone con lesioni ai nervi delle dita, la pelle rimane liscia anche a contatto prolungato con l’acqua.

Ciò comunque lascia una domanda ancora senza risposta. Perché il corpo reagirebbe in questo modo?

Grazie, evoluzione!

Uno studio del 2013 pubblicato sulla rivista scientifica Biology Letters ha gettato luce una volta per tutte sulla questione. I ricercatori hanno condotto un esperimento con dei volontari, suddividendoli in due gruppi, e facendo immergere le mani nell’acqua a uno di questi gruppi finché la cute dei partecipanti non assumeva il classico aspetto grinzoso.

Gli studiosi hanno poi testato le capacità dei due gruppi di volontari di prendere in mano delle biglie, sia asciutte che bagnate. E da qui la scoperta “rivoluzionaria”: le persone con le mani grinzose erano avvantaggiate nel raccogliere le biglie bagnate, ma svantaggiate nel maneggiare quelle asciutte.

Sembra che, in pratica, l’evoluzione abbia fatto in modo che nei nostri lontani antenati, che spesso vivevano lungo i corsi d’acqua, si manifestasse questo fenomeno per maneggiare meglio gli oggetti bagnati con le mani bagnate (ad esempio lance o sassi usati per cacciare) e per camminare con più aderenza sulle superfici umide (con la pelle raggrinzita dei piedi che si comporta come il carrarmato di un paio di scarponi o le scanalature di uno pneumatico).

Più grip in bagno

La prossima volta che indugerete sotto il getto caldo all’interno della vostra cabina doccia, o in una vasca da bagno col sistema idromassaggio acceso e magari anche piena di morbida e profumata schiuma, e sulla vostra pelle inizierà a comparire un fitto reticolo di rughe, non rimaneteci male se vi sembra essere diventati di colpo novantenni.

Al contrario, rallegratevi nella convinzione che potrete afferrare meglio gli oggetti bagnati, come ad esempio la bottiglia del bagnoschiuma o la manopola del miscelatore. Il frutto di centinaia di migliaia di anni di evoluzione si è manifestato proprio lì, sulle punte delle vostre dita!

 

Grandform presenta la nuova vasca Slim Edge: il design incontra il benessere

0

E’ arrivato un nuovo spazio per il relax, un angolo di benessere capace di impreziosire l’ambiente nel quale è inserito. Grandform presenta Slim Edge, la nuova vasca da bagno dal design moderno ed elegante che coniuga la raffinatezza di linee morbide con l’innovazione tecnologica.

Forme essenziali ed arrotondate, con bordi di soli 2 cm di spessore, per dare corpo ad un effetto di accogliente abbraccio.

Grazie a Slim Edge di Grandform il benessere si può personalizzare con tocchi di eleganza che si adattano al contesto regalando quel particolare in più capace di fare la differenza. Particolari come la rubinetteria, che può essere installata a parete o posizionata sul bordo più ampio, ovvero quello di ingresso, lasciando la massima libertà di arredare il bagno a secondo delle diverse necessità.

Slim Edge è disponibile in due dimensioni (170×70 e 180×80) e propone quattro
diversi sistemi idroterapici:

POOL: si contraddistingue per il comando idromassaggio manuale e 8 mini-jet idromassaggio cromati.

DIGITAL: in questo modello il comando idromassaggio è digitale e l’idroterapia è garantita da 8 jet idromassaggio cromati, massaggio pulsato acqua, cromoterapia ed ozono.

DIGITAL PLUS: oltre al comando idromassaggio digitale ed agli 8 jet idromassaggio cromati, è munito di 10 iniettori ad aria fondo vasca, massaggio pulsato acqua, cromoterapia ed ozono. Il sistema Digital Plus è dotato anche di tastiera retro illuminata e jet ancora più performanti, poiché muovono una portata superiore di acqua. A questi si aggiunge l’esclusivo Kit Fitform, una novità studiata appositamente per ridurre gli inestetismi della cellulite.

AIR EASY: in un unico prodotto 12 iniettori aria, 4 programmi automatici preimpostati, drenaggio air 3 zone, localizzazione massaggio, comando digitale, regolazione di potenza automatica, localizzazione massaggio, cromoterapia ed ozono.

Vasca Double di Grandform: vasca e doccia 2 in 1

0

Siete indecisi se scegliere tra vasca oppure doccia? Allora non fatelo!

Impossibile direte, invece no perché Grandform ha studiato una soluzione perfetta per rispondere alle vostre necessità di relax e comfort. Si tratta della linea di Vasche combinate progettate per soddisfare il più completo concetto di benessere, questo perché i diversi modelli disponibili racchiudono in un unico prodotto tutte le funzionalità della vasca e quelle della doccia.

Come la nuova Vasca Double, un prodotto dal design elegante e raffinato che reinterpreta in modo contemporaneo il concetto del combinato “vasca + doccia, 2 in 1”, coniugando funzionalità ed estetica.

Le linee pulite e l’ampio spazio interno vengono completati da una parete in cristallo composta da due ante che delimita la zona dedicata alla doccia, a sua volta arricchita da una comoda seduta a ribalta coordinata con il cuscino. Il tutto è stato studiato per garantire il massimo in fatto di comfort ed intimità.

Comoda come una doccia, distensiva come una vasca

La Vasca Double è progettata seguendo il concetto di praticità, eleganza ed innovazione, così da soddisfare le esigenze di ogni componente della famiglia, in particolare le persone con mobilità ridotta.

Ecco perché lo sportello in cristallo temperato, integrato nella vasca, ne facilita l’accesso mentre la maniglia di chiusura in acciaio inox, sicura e di facile utilizzo, assicura la massima tranquillità e protezione.

La Vasca Double è cura del dettaglio, con particolari che ne accrescono l’offerta idroterapica.

Progettata in tre dimensioni,180×80, 170×75, 160×75, è disponibile in due versioni, con e senza sistema idromassaggio. Quest’ultimo completo di 8 jets idro, cromoterapia ed una pratica tastiera lineare con comandi a sfioro che ne facilita l’utilizzo.

Inoltre, viene fornita per essere posata sopra pavimento: disponibile con pannelli in vetro bianco o nero da cui può essere rimosso lo zoccolo per una installazione a filo pavimento (in questo caso va previsto lo scasso per incasso della vasca).

Benessere su misura: personalizza il tuo massaggio

0

Grazie alla sua riconosciuta esperienza nel campo dell’idro-terapia, Grandform propone la nuova frontiera del relax: non più un semplice massaggio ma un vero e proprio “trattamento su misura” con l’innovativo Multisens Bio Remote.

Multisens è l’unico sistema che permette di ottenere un programma di massaggi personalizzato a seconda delle diverse necessità. Ogni componente della famiglia potrà realizzare la sua idea di benessere completo, il tutto semplicemente attraverso una chiave USB che sarà caricata con i diversi trattamenti richiesti compilando l’apposito form. Un mix perfetto che combina massaggi, suoni, luci ed aromi per un coinvolgimento totale dei sensi.

Un nuovo modo di rilassarsi, la sensazione di essere avvolti e coccolati dall’acqua esattamente come desideriamo, con la garanzia di un prodotto eccellente che alla ricerca tecnologica unisce cura dei materiali e raffinatezza del design.

Multisens è un viaggio all’interno del benessere direttamente nella vasca da bagno di casa propria. I 20 iniettori favoriscono un’azione completa sulle varie zone del corpo e con diverse intensità grazie al regolatore di potenza. La presenza del telecomando permette il totale controllo delle molteplici funzionalità:

– Massaggio Onda Air: estremamente rilassante grazie all’effetto onda
– Massaggio Pulsante Air: variazioni di potenza dall’effetto energizzante
– Drenaggio Air 5 zone: garantisce la massima efficacia per l’ossigenazione dei tessuti
– Massaggio localizzato
– Massaggio micro-diffuso: leggero e delicato
– Programma relax e Programma tonico
– Lettore MP3 integrato
– Aromaterapia
– Cromoterapia
– Ozono
– Cromowave
– Biomagnetic
– Armonic sound
– Autodisinfezione aria c/ozono
– Sensore di livello
– Colonna di scarico s/e

I numerosi benefici della Magnetoterapia

0

L’effetto dei campi magnetici sul corpo umano è un fenomeno tutt’altro che recente, popoli come gli Egizi ne utilizzavano le proprietà benefiche per curare sintomi e malattie. La magnetoterapia è una particolare terapia fisica, dalle radici estremamente antiche, che da sempre genera pareri discordanti su chi la sostiene strenuamente e chi, al contrario, non crede che possa effettivamente portare dei risultati positivi sulla salute.

Ma cos’è realmente la Magnetoterapia?

In sintesi, si tratta di una tecnica che basa la sua azione su campi magnetici di vario genere, utili nel trattamento di patologie quali problemi alle ossa, artrosi ed artrite, cura dell’asma, atrofia muscolare, cefalea, fratture e distorsioni. Non da ultimo, sembra che stimoli il miglioramento del sonno e della circolazione, l’attenuazione delle infiammazioni e la fluidificazione del sangue.

Esistono diversi tipi di magnetoterapia:

Statica: si utilizzano magneti da applicare sulla parte dolorante
A bassa frequenza
Ad alta frequenza: nella quale si utilizzano le onde radio per generare il campo.

Come nel caso di molte altre cure, anche con la Magnetoterapia i risultati sono visibili a seguito di un trattamento prolungato nel tempo. Proprio per questo, oltre alle sedute professionali effettuate da specialisti del settore, è spesso possibile sfruttarne le potenzialità in modo più blando a casa propria, comodamente seduti nella vasca da bagno. In questi casi, al momento di relax si va ad aggiungere un ulteriore trattamento benefico e distensivo, una soluzione ottimale proposta dal marchio Grandform nella sua linea di vasche Multisens Bio Remote, che attivano una specifica azione su tre punti della riflessologia mediante campi magnetici a bassa frequenza: dorso, zona lombare e piedi. Questo porta numerosi vantaggi come il miglioramento nelle condizioni del sistema nervoso, il rilassamento muscolare ed l’aumento dell’ossigenazione dei tessuti con la conseguente riduzione della cellulite.

Vi sono però alcune controindicazioni!

La Magnetoterapia deve essere evitata durante il periodo di gravidanza oppure nei soggetti in età evolutiva, questo perché è necessario che lo scheletro abbia completato la sua fase di sviluppo. Inoltre, è controindicata in caso di infezioni, patologie tumorali e presenza di pace-maker, perché le onde magnetiche potrebbero impedire il corretto funzionamento dell’apparecchio.